Prova generale nel deserto: Masdar City, la città laboratorio per la sostenibilità ambientale

By | 20 luglio 2014
Masdar City Sculture Giardino - web grande

Masdar City – un quadrato perfetto

Ricercando materiale sul concetto di sostenibilità, mi sono imbattuta per caso in questo nome: Masdar (la città sorgente).

Il significato della parola ci rimanda a qualcosa che sta per nascere e fluire ed è proprio questa la vocazione di Masdar: essere un laboratorio permanente nel pieno del deserto  e un esperimento importante per le nuove generazioni.

La prima città al mondo a zero emissioni.

Il nucleo urbano sorge a pochi Km dalla città di Abu Dhabi ed è stato “pianificato” e progettato secondo un piano politico/architettonico stabilito e consapevole.

Masdar, ovvero la sorgente di energie alternative, conterà esclusivamente sull’energia solare,  eolica , idrica e su un’ecologia senza rifiuti.

Il progetto è frutto del lavoro dello studio Foster and Partners ed è finanziato dall’Abu Dhabi Future Energy Company (ADFEC).

La città in costruzione dal 2006/08,  sarà ultimata nei prossimi anni e manterrà  nel tempo le  caratteristiche di laboratorio per le generazioni future facendo  parte di un processo scientifico-creativo in continuo divenire.

Una volta terminata, la smart city del futuro dovrebbe essere abitata da circa 50.000 persone e avere  un’estensione pari a 640 ettari.

I  mezzi di trasporto saranno rigorosamente green con il Personal Rapid Transit. Si tratta di taxi elettrici privi di conducente e con una velocità massima di 40 km/h.

Masdar è configurata come un quadrato perfetto, rialzato e orientato in modo da sfruttare le correnti d’aria e l’ombra.

Una Visione  simbolica nel deserto, una forma archetipa che ci riporta ai concetti di terra e materia, di spazio stabile, consistente e solido.

Questa città con aspirazioni di eccellenza potrà essere definita sostenibile solo se saprà mantenere nel tempo le caratteristiche di durevolezza auspicate nel progetto iniziale, senza perdere mai la sua vocazione di autorevole esempio per i nuovi centri urbani del futuro.

Il concetto di sostenibilità, richiede di monitorare costantemente tre fronti, quello economico, quello ambientale e quello sociale inteso soprattutto come cura degli interessi e del ben-essere delle persone e delle loro famiglie.

Per questo ci auguriamo che Masdar sia un’oasi sperimentale, la rappresentazione della sosta o del fermarsi a riflettere in modo consapevole nel deserto riportandoci   all’idea  di casa e   soprattutto di misura umana.

Continua…

Kaliópi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *